Cronaca

Tentarono rapina in gioielleria ma il titolare li disarmò: arrestate due persone

rapina somma vesuviana

Dopo un anno è arrivato l’arresto di due soggetti, entrambi di Scampia, ritenuti gli autori di una tentata rapina compiuta a Somma Vesuviana ai danni di una gioielleria, sita in via Gobetti. In quell’occasione il gioielliere riuscì a mettere in fuga i due.

Un anno fa

La mattina del 23 Maggio 2018 Gennaro Russo, 24 anni e Biagio Rilievo, 33 anni, già noti alle Forze dell’Ordine, entrarono in una gioielleria in via Gobetti e tentarono di perpetrare una rapina. Avevano il volto coperto e minacciarono il gioielliere con una pistola con l’intenzione di impossessarsi di gioielli e del denaro nella cassa. Nonostante lo spavento il commerciante riuscì a disarmare uno dei malviventi e a metterli in fuga.

Le indagini

Sul posto giunsero per le indagini i Carabinieri della Stazione di Somma Vesuviana. Nei primi momenti rinvennero e sequestrarono l’arma e l’auto usate dai rapinatori: una semiautomatica con matricola abrasa trovata a terra lungo la via di fuga e una Fiat 500 risultata rubata in provincia di Caserta e ritrovata bruciata nei pressi di Casal di Principe.

L’arresto

I militari li hanno identificati a partire dalle immagini prese dagli impianti di videosorveglianza e ai servizi di controllo sul territorio. Nei loro confronti hanno oggi dato esecuzione a un’Ordinanza di Custodia Cautelare, emessa dal GIP di Nola su richiesta della locale Procura per tentata rapina. Dopo le formalità di rito sono stati tradotti ai domiciliari.

Articoli Correlati

Torre Annunziata. Prima aggredisce la compagna 25enne, poi i Carabinieri: arrestato

Antonio Pannella

Casoria. Furti a scuola: fermato un uomo

Antonio Pannella

Casalnuovo. Ex Moneta: l’amianto scoperto 11 mesi fa

Antonio Pannella

Lascia un commento

*Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.