Attualità

Sciacalli all’opera dopo la morte di Ciro: attenzione alle truffa

riportiamo a casa ciro fake

La salma di Ciro Chiariello, il 40enne acerrano deceduto dopo un malore in Kenya, dove stava passando le ferie insieme alla neo moglie, è ancora lontana da casa. I suoi familiari più stretti sono lì a piangere il loro caro, mentre ad Acerra amici e parenti sono sotto shock.

Lo sciacallaggio

Non per questo però qualche sciacallo ha provato a lucrare sulla vicenda inventando una finta raccolta fondi, per riportare la salma a casa. Questo è quanto sta accadendo negli ultimi giorni. Su Facebook è stata infatti creata una pagina il cui nome è “Riportiamo a casa Ciro” e la cui foto è quella del 40enne acerrano. All’interno della pagina vi è un messaggio:

#Riportiamo Ciro Chiariello a casa!
Raccolta fondi per il rimpatrio della salma.
iban:IT09J0306976203100000002248
Lettieri Michele”.

I parenti di Ciro hanno però scovato questo fake e hanno tempestivamente reso noto che non vi è alcun legame né con questo Lettieri Michele, né con la raccolta fondi. Immediatamente sui social il messaggio è stato condiviso centinaia di volte, tanto da arrivare probabilmente a questo sciacallo, che ha poi provveduto a cancellare la pagina. Attenzione comunque ad altre eventuali richieste di fondi. L’unica che a quanto sembra era partita realmente dalla famiglia è stata infatti sospesa ufficialmente dalla moglie di Ciro, che aveva scritto:

Ringrazio tutte le persone per la solidarietà dimostrata, vi chiedo cortesemente di non inviare più soldi all’iban. Le intenzioni iniziali erano altre ma la situazione sembra essere sfuggita di mano. Ringrazio tutti e vi prego di esserci vicini con la preghiera nel nostro dolore“.

La truffa

Chiunque avesse però devoluto, in buona fede, soldi alla finta raccolta, potrebbe segnalare l’accaduto alle Forze dell’Ordine, visto che questo sciacallo (non penso sia possibile chiamarlo in altro modo), ha approfittato di un tragico evento per truffare le persone.

Related posts

Casalnuovo. “La più grande bufala dell’Amministrazione Pelliccia

Antonio Pannella

Acerra. I genitori denunciano: “Insalata e piatti di pasta immangiabili serviti alla mensa scolastica”.

Antonio Pannella

Blackjack Online: da dove deriva il Nome del Gioco?

Redazione L'Indisponente

Lascia commento