Cronaca

Tragedia di Ferragosto: Ciro muore a 40 anni. Comunità acerrana sotto shock

Un viaggio in Kenya per godersi le meritate vacanze e festeggiare anche il recentissimo matrimonio con Angela, poi la tragedia che getta nello sconforto più totale la famiglia che lo amava e l’intera comunità acerrana che tanto lo stimava. Parliamo del 40enne Ciro Chiariello, deceduto in Kenya nella giornata di Ferragosto, a quanto sembra in seguito ad un arresto cardiaco.

Ciro aveva fatto una normale colazione, poi una passeggiata con la moglie e un bagno per rinfrescarsi dal caldo africano. Nulla di strano quindi. Poi in acqua il malore che gli ha tolto la vita. Come detto la causa sembra essere un infarto. Adesso i parenti sono volati in Kenya per poi riportare a casa il corpo di Ciro. Ci vorrà qualche giorno.

Il cordoglio

Nel frattempo sui social le bacheche degli utenti acerrani si sono riempite della foto sorridente di Ciro, amante del calcio e del calcetto e ben voluto da tutti. Sono migliaia i messaggi di condoglianze per la scomparsa del 40enne. Frasi di circostanza? Assolutamente no e lo dimostra il dolore di chi aveva avuto il piacere di conoscerlo e che lo descrive come “un pezzo di pane” e un ragazzo gentile. Stimato anche sul lavoro e ritenuto un grande professionista e un grande lavoratore.

Il calcio e il calcetto

Tra i messaggi di condoglianze ci sono anche quelli delle squadre di calcio e calcetto della città, tra cui lo Sporting Tigre, l’Acerrana, la Royal Acerrana e il Città di Acerra. Il calcio e il calcetto era alcune delle sue passioni. Nel mondo sportivo acerrano Ciro era molto conosciuto e anche lì aveva fatto apprezzare le sue qualità umane, in particolare la disponibilità e la solarità.

 

Related posts

Somma Vesuviana. Prima la truffa ad un anziano, poi l’incidente: 30enne nei guai

Antonio Pannella

Il video shock dell’agguato. Le condizioni di Noemi ancora gravi

Antonio Pannella

Casoria. Polizia becca banda di ladri d’auto. Due scappano e lasciano a piedi il complice

Antonio Pannella

Lascia commento