Attualità Cultura Eventi

San Gennaro Day: musei aperti per la festa del Santo Patrono

San Gennaro Day: musei aperti per la festa del Santo Patrono

Il 19 Settembre, giorno in cui il Duomo di Napoli si riempie di cittadini partenopei (e non) per celebrare il Santo Patrono, sarà possibile accedere gratuitamente ai musei e ai siti di maggior prestigio della città. L’evento, “San Gennaro Day“, è nato su proposta del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali. Si tratta di un’occasione unica per vivere la città in una delle festività più sentite di Napoli.

Il Santo Patrono

San Gennaro è il Santo Patrono della città di Napoli. È stato vescovo e poi martire. Attualmente le sue ossa e due ampolle, che custodirebbero il suo sangue, sono conservate presso il Duomo della città partenopea. Il 19 Settembre, giorno in cui il Santo fu decapitato, le ampolle vengono esposte alla venerazione dei fedeli. Durante la preghiera il sangue contenuto nelle ampolle subisce il processo di liquefazione e l’adunanza dei fedeli dichiara si tratti del miracolo di San Gennaro.

San Gennaro Day: i musei aperti gratuitamente

Quest’anno il 19 Settembre coniugherà alla celebrazione del Santo Patrono la riscoperta delle bellezze culturali partenopee. Alcuni dei musei e siti più importanti della città resteranno aperti e l’ingresso sarà gratuito. Aderiscono alla campagna “San Gennaro Day”: il Castel Sant’Elmo e il Museo del Novecento; la Certosa e il Museo di San Martino; il Museo Archeologico Nazionale di Napoli; il Museo della ceramica Duca di Martina in Villa Floridiana; il Museo Pignatelli; il Museo e Real Bosco di Capodimonte; il Palazzo Reale e il Parco e Tomba di Virgilio. Anche nelle aree limitrofe alla città di Napoli ci saranno siti che resteranno aperti gratuitamente: l’Anfiteatro Flavio e il Tempio di Serapide a Pozzuoli, il Parco Archeologico di Cuma, il Museo Archeologico dei Campi Flegrei e le Terme di Baia.

Informazioni

Per conoscere gli orari di apertura di tutti i musei e delle aree culturali che aderiscono all’iniziativa è possibile consultare il sito “Io vado al museo“: compilando i campi e accedendo all’elenco, si verrà reindirizzati alle pagine ufficiali dei singoli istituti culturali, sui quali sono fornite tutte le informazioni.

 

Leggi anche Suggestioni all’imbrunire: al Parco del Pausilypon concerti e spettacoli

Related posts

“Pizza sotto il Vesuvio”: grande successo per la prima serata, e stasera si replica

Gina Uliveto

Allarme bomba alla stazione di Napoli: gli aggiornamenti

Antonio Pannella

Napoli. Cosa c’è dietro l’incendio dell’archivio della Motorizzazione?

Antonio Pannella

Lascia commento