Cronaca

Acerra. Zona ripulita ridotta in discarica solo 24 ore dopo: è una guerra persa?

Acerra. Sono bastate solo 24 ore per far tornare cumuli di immondizia e rifiuti speciali sul marciapiede ad angolo tra via Conte di Cavour e via Suessola (zona meglio conosciuta come “aret a’ Madalena”).

Situazione prima della pulizia

La pulizia

Ieri mattina infatti dopo diverse proteste dei cittadini, gruppi politici e alcuni articoli di stampa, l’area era stata ripulita così come dimostrano le foto del vice sindaco Cuono Lombardi. In precedenza infatti la zona era invasa dai rifiuti di ogni genere. Poi c’è stato l’intervento degli operatori della Tekra che hanno ristabilito la situazione.

Situazione dopo la pulizia

L’amara sorpresa

Purtroppo, come detto, questa mattina la situazione era già di nuovo critica. Come si evince dalla foto infatti qualcuno stanotte è tornato nuovamente ad abbandonare ogni tipo di rifiuto. Si vedono infatti bottiglie di vino, contenitori di plastica, cartoni e anche un televisore.

Situazione via Suessola 24 ore dopo la pulizia

Zero civiltà

A questo punto è palese che il livello di civiltà di alcune persone (per fortuna le netta minoranza) sia davvero minimo se non inesistente. Non c’è rispetto per niente e nessuno: né per i cittadini della zona, né per i cittadini che si sforzano di fare la raccolta differenziata e che pagano anche un conto salato, né per la città intera.

Le soluzioni

L’unica possibilità è effettivamente solo la videosorveglianza, affinché questi incivili zozzoni vengano beccati e sopratutto sanzionati. Da quanto risulta la zona è comunque inserita tra quelle sorvegliate con le fotocamere mobili e con gli appostamenti. Probabilmente però gli incivili sono stati più furbi e sono riusciti a non farsi beccare.

Related posts

Lavoratore CUB da 30 ore su gru senza acqua o pane: “Qualsiasi cosa succede sarà colpa dello stato e dei politicanti”

Antonio Pannella

Ultim’Ora Acerra. Coppia di anziani investita sulle strisce pedonali

Antonio Pannella

Acerra. Droga e fucile in un’officina: denunciato un uomo

Antonio Pannella

Lascia commento