Attualità Politica

M5S nazionale: “Più Forze dell’Ordine per Acerra. Presto richiesta al Ministro dell’Interno”

movimento 5 stelle logo

Che sia una coincidenza oppure un’azione programmata, dopo il nostro articolo di ieri iniziano ad arrivare le prime reazioni da parte del mondo politico nazionale.

In realtà, almeno per ora, solo il Movimento 5 Stelle con i suoi onorevoli (Silvana Giannuzzi e Vincenzo Presutto) e anche grazie all’intervento del deputato Andrea Caso, membro della commissione Antimafia, è intervenuto sull’omicidio avvenuto l’altro giorno ad Acerra, il terzo in poco più di un anno.

Caso: “Richiederò al Ministro dell’Interno maggiori forze dell’ordine”

Questo l’intervento del deputato Caso: “Si torna a sparare ad Acerra e questo in pochi mesi, segno delle fibrillazioni nell’ambiente della malavita locale, che fa i conti, mietendo vittime. Questi agguati ci indignano e vanno condannati con tutta la fermezza che impone il senso di civiltà. Delinquenti senza scrupoli quando impugnano un’arma corrono il rischio di ferire pure qualche passante. La storia di Noemi non l’abbiamo dimenticata, ad un anno e più da quell’episodio.

Alle indagini in corso su Acerra, unisco la mia indignazione ed al contempo la solidarietà agli acerrani, popolo onesto che non deve essere esposto a questa barbarie camorristica.

Ho chiamato stamani (ieri ndr) i vertici napoletani delle forze dell’ordine e della sicurezza, dal Prefetto al Questore fino ai comandanti dell’Arma e Polizia di Stato.

Un giro di colloqui per comprendere bene quanto accaduto e raccogliere le loro impressioni ma soprattutto un proficuo confronto sul da farsi subito. A queste interlocuzioni farò seguire la mia richiesta al Ministro dell’Interno di un più ampio dispiegamento di forze dell’ordine a livello locale. Al primo posto la sicurezza dei cittadini”.

Ecco l’intervento della Senatrice Silvana Giannuzzi che riportiamo integralmente

“Con riferimento all’articolo pubblicato su una testata locale dal titolo “Omicidio Acerra: l’assordante, e imbarazzante, silenzio della politica nazionale”, oggi mi corre l’obbligo di rassicurare i cittadini di Acerra prima di tutto sulla costante attenzione, e oso dire affetto, al loro territorio, dei parlamentari del Movimento 5 Stelle, e non solo sul tema della sicurezza pubblica, ma su tutti gli aspetti della qualità della vita in questo difficile territorio, dove il diritto al lavoro e all’ambiente, troppo spesso calpestati, sono stati rivendicati con forza dalla cittadinanza con storiche battaglie, molte delle quali sostenute con convinzione dal Movimento 5 Stelle.

Tengo a precisare che è proprio il tessuto dilaniato e abusato di questo territorio che ci spinge a pudore e concretezza al tempo stesso. A preferire una vicinanza reale fatta di ascolto, azioni reali che portino, pur nei limiti delle competenze istituzionali, risposte ai cittadini e alle tante problematiche che ogni giorno ci rappresentano.

Nel caso specifico, ieri mattina, appena appresa la notizia dell’omicidio, ci siamo subito confrontati con la collega del MoVimento 5 Stelle, Carmela Auriemma, nostra sentinella battagliera e decisa in Consiglio comunale -già contattata dal Presidente Morra nelle immediatezza dell’accaduto- per capire meglio cosa stesse accadendo e quali potevano essere le iniziative da adottare. Con i colleghi di Camera e Senato, Presutto, Vaccaro e Caso, ciascuno nella propria più specifica competenza, ci siamo prontamente allertati. Il collega Caso, membro della Commissione parlamentare Antimafia, in mattinata si è interfacciato con le massime autorità e vertici preposti alla sicurezza ed al controllo territoriale, su Napoli e provincia.

Per quanto mi riguarda, ho concordato con la consigliera Auriemma di sottoporre al Ministro degli Interni l’urgenza della necessaria revisione dell’organico della polizia locale drammaticamente sotto dimensionato. Consapevole che questo sia solo un aspetto, -forse il più urgente- del più ampio tema della sicurezza, il quale va affrontato con visione di insieme, e creando prima di tutto le condizioni sociali affinché la criminalità non trovi terreno favorevole per la sua penetrazione.

Se la stampa locale vorrà seguirci negli iter parlamentari potrà verificare il nostro lavoro“.

 

Related posts

Nola. Il sindaco Minieri si è dimesso: “Lasciato solo”

Antonio Pannella

Gas Radon-Esercenti Campania: ecco cosa è cambiato

Antonio Pannella

Addio Felice, l’uomo deceduto sul ciglio della strada che si è comportato da eroe

Antonio Pannella

Lascia commento