Attualità Cronaca

Sesso con l’amante nella cappella dove è sepolto il marito: shock a Cimitile

Cimitile. Lei è una vedova allora 37enne, lui un professionista del mondo della ristorazione, allora 40enne, sposato e con figli: questi i protagonisti della scabrosa vicenda vicenda avvenuta ad Ottobre del 2013 a Cimitile, cittadina in provincia di Napoli.

I due infatti, per nascondersi da occhi indiscreti e consumare il loro amore hanno deciso di rintanarsi nella cappella dove è sepolto il marito di lei. Un”nido” d’amore che è andato bene per un bel po’, almeno fino a quando qualcuno non li ha visti, accendendo i riflettori sulla storia.

I fatti

I due hanno atteso per un po’ che il cimitero chiudesse e poi quando il luogo sacro era vuoto, hanno deciso di concedersi l’un l’altro nella cappella. A beccarli però è stato il custode del cimitero che nel consueto giro di controllo ha sentito dei rumori strani provenire proprio da una delle cappelle. Inizialmente pensava ad un malore o a qualche familiare che non voleva abbandonare la tomba di un caro, ma la scena che si è presentata ai suoi occhi era totalmente diversa:  un uomo e una donna nel pieno di un rapporto sessuale.

La notizia ha fatto rapidamente il giro della città e della provincia e in tanti hanno cercato di individuare i due protagonisti.

Un episodio simile si è verificato a Gennaio del 2020 ad Acerra. Clicca qui per saperne di più.

Related posts

San Vitaliano. Picchia la moglie e le figlie adolescenti: 43enne in manette

Antonio Pannella

Traffico internazionale di sigarette illegali: maxi blitz tra Napoli e provincia

Antonio Pannella

Acerra. Ancora roghi: fumo e cenere sulla città

Antonio Pannella

Lascia commento