Cronaca

Afragola-Auto bruciata: vendetta passionale dietro l’incendio?

auto incendiata vendetta afragola1 (1)

Afragola. Si stringe il cerchio intorno alla persona che sabato pomeriggio ha incendiato un’auto in sosta, una Nissa Qashqai bianca, in via Di Vittorio. Le Forze dell’Ordine sembrano essere sulle tracce di una persona ritenuta responsabile dell’incendio. A tentare di spegnere le fiamme sarebbero stati dei cittadini con acqua e estintori. Poi, immediatamente dopo sono giunti i Vigili del Fuoco.

Le indagini

Sul posto dopo l’incendio sono giunti gli agenti della Polizia Municipale che hanno intrapreso le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, per ricostruire la vicenda e identificare l’autore materiale del gesto. Gli inquirenti hanno ormai accertato la natura dolosa dell’incendio, appiccato con del liquido infiammabile, contenuto probabilmente in una bottiglietta rinvenuta nei pressi dell’auto. Gli agenti hanno innanzitutto sentito il proprietario della vettura, un giovane del luogo, e poi alcune persone presenti in zona al momento del propagarsi delle fiamme. Inoltre hanno visionato e acquisito alcune immagini dei sistemi di video sorveglianza presenti in zona. Da queste si vedrebbe una persona che getta il liquido infiammabile (forse benzina) sulla macchina e dopo aver dato fuoco, scappa. L’auto è stata sottoposta a sequestro dalla Polizia Locale.

Vendetta per motivi passionali?

Si indaga naturalmente anche sulla motivazione di questa violenta azione. Al momento non sembra essere esclusa alcuna pista, ma quella che sarebbe maggiormente seguita, così come riporta IlRoma (ma naturalmente per averne la certezza bisognerà attendere la fine delle indagini), riguarda una vendetta per motivi passionali. In pratica a mettere in atto l’incendio sarebbe stato un uomo lasciato dalla moglie. Quest’ultima avrebbe poi intrapreso una relazione, dopo la rottura con il coniuge, con il proprietario della macchina incendiata. Insomma l’ormai ex marito avrebbe voluto vendicarsi (o mandare un segnale minaccioso) distruggendo la macchina del “rivale” in amore.

Clicca qui se vuoi saperne di più sui primi momenti dopo l’incendio. 

Articoli Correlati

Palpeggia bimba di nove anni: 55enne in manette. Alcuni mesi fa era stato massacrato di botte

Antonio Pannella

Violenza in Circum. Catturati tre ragazzi: “Ora sbattete in cella questi animali”

Antonio Pannella

Acerra. Ennesimo furto in città: cambiamonete abbandonato tra i binari

Antonio Pannella

Lascia un commento

*Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.