Cronaca

Auto incendiata nella notte: era stata rubata solo qualche ora prima

fiamme auto incendiata

Acerra. Nel corso della notte un’auto è stata incendiata in un’area di campagna, a ridosso di alcune abitazioni. Poi la ricostruzione degli avvenimenti da parte delle Forze dell’Ordine e la scoperta che quella vettura era stata rapinata solo qualche ora prima. Questo quanto accaduto tra ieri sera e ieri notte. Ma procediamo con ordine cercando di ricostruire la vicenda.

La rapina

Ieri, in tarda serata, un cittadino di Casalnuovo è stato rapinato nei pressi del centro commerciale “Le Porte di Napoli”. Due delinquenti a volto coperto e giunti a bordo di un motociclo, lo minacciano con un’arma e gli portano via l’auto, una Fiat Marea. Uno dei due si mette alla guida della macchina e insieme al complice si dileguano. Naturalmente la vittima denuncia quanto accaduto alle Forze dell’Ordine.

Auto incendiata

Nel corso della notte invece, nelle campagne di via Primo Maggio ad Acerra, i residenti vengono svegliati nel sonno da alcune piccole esplosioni. Si affacciano e la scena che si ritrovano dinanzi gli occhi è da brividi. Una vettura è avvolta dalle fiamme e queste rischiano seriamente di raggiungere alcune abitazioni. Immediatamente vengono allertati i Vigili del Fuoco, che giungono con non poche difficoltà visto che il luogo dell’incendio si trova in una zona interna, immersa nella vegetazione. Sul posto arrivano anche gli agenti della Polizia di Stato, anch’essi allertati dai cittadini.

Qualcuno gli ha dato fuoco

L’incendio è certamente di natura dolosa e sul posto non c’era nessuno. Qualcuno quindi ha portato lì l’auto e poi gli ha dato fuoco. Sicuramente gli inquirenti cercheranno di acquisire i filmati degli impianti di video sorveglianza della zona (qualora ci siano) per provare a determinare il momento dell’arrivo dell’auto in via Primo Maggio. Da capire inoltre come si siano allontanati gli autori dell’incendio.

Era la stessa auto

Gli agenti hanno poi accertato che la vettura incendiata era la stessa rubata solo qualche ora prima. Di conseguenza, vista la dinamica, sembra abbastanza probabile che i due rapinatori abbiano prima sottratto l’auto, poi l’abbiano utilizzata per qualche altra operazione criminale e alla fine gli abbiano dato fuoco, così da far sparire ogni traccia.

Related posts

Pompei. 30enne arrestato in via Roma: con sé hashish e marijuana

Antonio Pannella

Pompei. Scippo ad un anziano in pieno centro: arrestato 51enne. I Carabinieri lo identificano grazie ai video

Antonio Pannella

Torre-Ercolano. Fermato con 200 ordigni esplosivi: arrestato 48enne

Antonio Pannella

Lascia commento