Acerra. La schiuma si sta spostando: ora è sul Corso Resistenza.

Acerra. Ancora schiuma bianca che fuoriesce da un tombino della città. L’abbondante sostanza questa volta è apparsa su corso Resistenza. Visto che negli scorsi giorni è apparsa in via Bruno Buozzi, si può ipotizzare che stia seguendo lo stesso canale fognario. Di conseguenza la fonte sarebbe sempre la stessa.

Sono tanti i quesiti che i cittadini acerrani si stanno ponendo, visto e considerato che essendo una sostanza molto leggera, basta una folata di vento per trasportarla via. E se qualche bambino all’uscita da scuola ci giocasse?

Proviamo a dare qualche risposta.

Un fenomeno normale? Assolutamente no! Una fuoriscita abbondante e frequente di schiuma dai tombini, soprattutto nella stessa zona, non è assolutamente normale. Di conseguenza bisogna capire la provenienza.

È pericolosa? Sembra schiuma da detersivo o sapone. Sostanze che inalate o ingerite di certo non fanno bene. Ma ad appurare l’effettiva pericolosità dovrebbe essere l’Arpac in seguito ad analisi.

Chi si sta interessando della situazione? Sul posto sono intervenuti i vigili urbani.

Visto che è già successo, come si risolse allora? Effettivamente lo stesso fenomeno si è già verificato con una certa insistenza nella stessa area, anche qualche anno fa (nel 2016). In quel caso la fonte fu accertata: si trattava di una lavanderia abusiva che scaricava nelle fogne dando poi vita alla fuoriuscita di schiuma. Individuata la lavanderia il fenomeno cessò.

L’assessore all’Ambiente

Abbiamo chiesto maggiori lumi al vicesindaco e assessore all’Ambiente, Cuono Lombardi: “Gli agenti della Polizia Municipale sono sul posto da stamattina. Stiamo lavorando su due linee: capire la composizione della schiuma e la provenienza. Per la prima abbiamo chiesto l’intervento dell’Asl, che a sua volta dovrebbe interpellare l’Arpac. Per quanto riguarda la fonte stiamo invece collaborando con i tecnici della SCPA Acquedotti, con cui si stanno ripercorrendo le condotte fognarie. Dobbiamo anche capire se si stratta di un’unica fonte o se l’episodio di via Bruno Buozzi non sia collegato a quello avvenuto questa mattina in corso Resistenza e quindi abbiamo due casi diversi.

Qualche giorno fa la schiuma usciva, come lava da un vulcano, da un tombino in via Bruno Buozzi. Clicca qui per vedere il video 

Ti potrebbe piacere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *