Cronaca

Notte di follia per un 38enne: prima palpeggia una ragazza poi lancia bottiglie di vetro ai Carabinieri

Napoli. Tempestivo l’intervento dei Carabinieri della Compagnia Napoli centro, che hanno arrestato un 38enne del Rione Traiano, già noto alle Forze dell’Ordine, con l’accusa di violenza sessuale e resistenza e lesioni a un pubblico ufficiale.

I palpeggiamenti

I militari dell’arma sono intervenuti d’urgenza in un bar su via Candelora facendo seguito a un richiesta di aiuto ricevuta dal 112 da parte di una ragazza che era stata pesantemente molestata. I Carabinieri hanno infatti appurato che prima del loro arrivo un uomo si era avvicinato ad una ragazza e dopo averle chiesto una cartina e non averla ottenuta, aveva preso a importunarla e a palpeggiarla. La giovane nel frattempo ha accelerato il passo per arrivare al bar e probabilmente stava per chiamare i Carabinieri quando il molestatore le ha strappato di mano il telefonino lanciandolo lontano. Fortunatamente la ragazza è riuscita ad entrare in un bar ed avvertire le forze dell’Ordine. Il 38enne ha anche provato a sfondare la porta del bar in cui la ragazza si era rifugiata. Poi una volta capito che stessero per arrivare i Carabinieri, si è allontanato.

Aggressione

L’uomo è comunque rimasto in zona e quando i Militari dell’Arma gli si sono avvicinati ha reagito lanciando delle bottiglie di vetro con il collo rotto prese da un cassonetto, poi con il lancio di un vaso dell’arredo urbano, infine innescando una colluttazione a calci e pugni che ha causato a un carabiniere escoriazioni e contusioni guaribili in 15 giorni.
l’uomo è stato arrestato e tradotto a Poggioreale.

Related posts

Rapinato un giocatore del Napoli dopo la Champions

Antonio Pannella

Casoria. Furti e pericoli su via Indipendenza. La denuncia sui social: “Terra di nessuno”

Antonio Pannella

Ultim’ora Acerra. Tragedia al corso Vittorio Emanuele

Antonio Pannella

Lascia commento