"Abbandona La Poltrona" di Alfonso Rea Rubriche Salute e Benessere

FITT – La pillola che tutti i medici dovrebbero prescrivere

FITT abbandona la poltrona L'Indisponente

FITT: IL FARMACO PIÙ NATURALE CHE C’È, CHE NON ESISTE E CHE TI AIUTERÀ A GUADAGNARE LA SALUTE CHE MERITI (MA SOLO SE LEGGERAI ATTENTAMENTE IL FOGLIO ILLUSTRATIVO)

Se i medici avessero una pillola che sortisce tutti i benefici dell’esercizio fisico, la prescriverebbero a tutti i loro pazienti e si chiamerebbe “FITT

Per godere dei fantastici benefici del fitness sulla tua salute, basterebbe somministrare la pillola come un normale farmaco e raccomandare a tutti i pazienti, di iniziare o continuare l’attività fisica con regolarità assumendo uno stile di vita sano e attivo

“FITT” sta per:

FREQUENZA cioè il numero di allenamenti da completare, sufficienti a migliorare la condizione fisica e tali da non risultare eccessivi.

INTENSITÀ cioè la quantità di lavoro prodotto nel tempo, che deve essere, inizialmente, moderata e commisurata alle caratteristiche fisiche

TIPO cioè l’attività specifica che si decide di seguire (cardio, forza o misto)

TEMPO cioè la durata di ogni allenamento, che può essere compresa tra i 30 e i 60 minuti, ricordando che se aumenta l’intensità può diminuire la durata e viceversa.

FITT abbandona la poltrona L'Indisponente 2

Ma attenzione! Come tutti per i farmaci esiste la posologia, le controindicazioni,  il sovradosaggio, gli effetti indesiderati e le interazioni con altri farmaci.

Vediamo quali sono

La posologia

sono le dosi del farmaco/allenamento, o meglio la Frequenza o la quantità degli allenamenti settimanali sufficienti a migliorare la condizione fisica.

Questa dipende dal grado di allenamento e dal tipo di sforzo a cui ci si sottopone, ma, in generale, 2/3 allenamenti non consecutivi a settimana sono già sufficienti per innescare gli adattamenti giusti per migliorare la condizione fisica, senza sentire la pressione di un impegno giornaliero.

Le controindicazioni

Dove sta scritto che tutti gli allenamenti vanno bene per tutti? Oppure che basta “muoversi un po’” per stare in forma? Da nessuna parte! Sono solo luoghi comuni.

Il movimento in generale o l’allenamento particolare, devono essere dosati (la posologia) e calibrati in base alla persona. Alcune attività possono risultare troppo intense se la condizione fisica non è ottimale oppure addirittura sconsigliate se in presenza di patologie o di un’alimentazione troppo restrittiva.

Prima di iniziare a fare attività fisica è sempre necessario il parere di un medico e la consulenza di un tecnico specializzato dell’allenamento.

Il sovraddosaggio

mai sentito parlare di “sovrallenamento” o sindrome da overtraining? È la condizione nella quale il corpo viene sottoposto a più stress esterni (l’attività fisica) troppo ravvicinati nel tempo, che si verifica quando non viene data la possibilità al corpo stesso di recuperare dopo un allenamento. Alcune conseguenze sono: battito accelerato, apatia, insonnia, irritabilità, amenorrea, calo di peso, perdita di appetito, abbassamento delle difese immunitarie, squilibri ormonali… la lista è lunga.

Se hai appena iniziato un programma di attività oppure hai appena ripreso gli allenamenti interrotti prima delle vacanze, ricorda che l’entusiasmo e la motivazione iniziale, ti possono fregare!

La fretta di raggiungere i risultati (soprattutto se non hai mai fatto attività) può rivelarsi un vero ostacolo.

Gli effetti indesiderati

Soprattutto all’inizio, aspettati di sentire i muscoli indolenziti. L’esercizio non deve necessariamente farti urlare dal dolore, ma se hai sempre trascurato il tuo corpo, non aspettarti che sia una passeggiata.

A differenza di tutto quello che promettono certi messaggi promozionali (“solo 5 minuti al giorno sdraiati in poltrona” oppure “una settimana di fitness in 20 minuti”…) l’esercizio fisico richiede un impegno serio. Non ti metterai in forma senza un minimo di fatica e senza sentirti minimamente indolenzita.

Però non temere, perché l’effetto è solo temporaneo e transitorio. Baste tenere duro per i primi 2 allenamenti

FITT abbandona la poltrona L'Indisponente 3

Quindi, se stai pensando di cominciare l’attività fisica, assicurati che il ”farmaco” sia somministrato in modo adeguato e segui queste 3 regole di base:

1 Non improvvisare con allenamenti “fai da te” o con alimentazioni inventate e non controllat

2 Stai alla larga dalle “scorciatoie del benessere” che promettono risultati eccezionali col minimo sforzo

3 Cerca una palestra che metta a tua disposizione un servizio di CONSULENZA TECNICA precedente al primo allenamento

Se non lo farai, il farmaco non avrà alcun effetto o funzionerà malissimo

….. non dire che non ti avevo avvisato!

Resta in movimento

Alfonso Rea

 

Se l’articolo ti è piaciuto e sei d’accordo con l’argomento
Diffondi
Commenta
Condividi

e continua a seguirmi, nel gruppo Facebook riservato “Abbandona La Poltrona

 

 

 

 

Avvertenze: le informazioni contenute in questo articolo non intendono sostituirsi in nessun modo al parere del medico o di altri specialisti. L’autore declina ogni responsabilità di effetti o di conseguenze risultanti dall’uso di tali informazioni, dalla loro messa in pratica e invita a consultare il proprio medico di fiducia prima di intraprendere qualsiasi forma di attività fisica o regime alimentare.

Related posts

Ecco perché non riesci a dimagrire nonostante i tuoi sforzi

Alfonso Rea

Zafferano: tra mitologia e proprietà benefiche. Scopriamo l’Oro rosso

Crescenzo Crimaldi

Star bene con la camminata veloce

Alfonso Rea

Lascia commento