Cronaca

Nola. Accusò in diretta tv il comandante Maiello: al via il processo contro Arvonio, comandante dei vigili di Avellino

arvonio maiello

 

Ha preso il via l’altro giorno, dinanzi il giudice monocratico del tribunale di Nola, il processo nei confronti del comandate dei Vigili di Avellino, Michele Arvonio. Nel gennaio del 2017, nel corso di una diretta Tv su Rete Quattro proferì frasi diffamatorie nei confronti dell’attuale comandante della Polizia Municipale di Nola, Luigi Maiello. Da qui la denuncia e ora il rinvio a giudizio. La prossima udienza è fissata per il prossimo dicembre.

I fatti

Il 30 Gennaio del 2017, nel corso della trasmissione “Quinta Colonna“, in onda su Rete Quattro andò in scena un duro confronto tra l’attuale comandante della Polizia Municipale di Nola, Luigi Maiello e il collega di Avellino, Michele Arvonio. Maiello insieme al sindaco di Nola, Geremia Biancardi, stava trattando la questione relativa ai furbetti del cartellino, quando Arvonio chiama e si collega in diretta telefonica alla trasmissione affermando:

“Chiamo perché con grande attenzione si condannano i dipendenti che truffano la Pubblica Amministrazione come mai il sindaco di Nola tiene un comandante della Polizia Municipale che è stato licenziato dal Comune di Cercola e non fa niente. Anche questo è un atteggiamento deprecabile. E’ stato licenziato dal comune di Cercola perché all’epoca dei fatti dichiarò di aver svolto ruoli da dirigente mentre aveva incarichi politici. Per cui è stato licenziato e ciò nonostante svolge il ruolo da dirigente della Polizia Municipale di Nola. Ci fa capire il sindaco di Nola il perchè?

Il malore

Anche in seguito a quelle frasi, Maiello accusò un malore e il collegamento fu interrotto. Non prima però che il comandante di Nola annunciasse già in diretta la querela nei confronti di Arvonio, definendo l’attacco del collega simile a quelli ricevuti dalla camorra. Maiello nel corso della sua brillante carriera ha gestito territorio estremamente complicati e importanti, riuscendo a lasciare il segno ovunque sia stato: tra questi Cercola, Sant’Anastasia, Pomigliano e Afragola, prima di Nola, dove è attualemnte in servizio.

Related posts

Afragola. Atti osceni in luogo pubblico e palpeggiamenti: Carabinieri arrestano 33enne

Antonio Pannella

Marigliano. Abbattute case abusive. Nacar: “Continuare su questo solco”

Antonio Pannella

Castellammare: 52enne arrestato per furto di alcolici

Antonio Pannella

Lascia commento