Musica

Tanti auguri Vasco Rossi, il Komandante approda a Hollywood

Nasceva il 7 Febbraio 1952 l’uomo che avrebbe rivoluzionato il rock italiano. All’età di 66 anni Vasco Rossi ne ha ancora di energia da vendere, tant’è vero che lo rivedremo presto sui palchi degli stadi. Solo sette mesi fa il nostro rocker inaugurò i suoi 40 anni di carriera con il più grande concerto che si sia mai visto in Italia: Modena Park. Ricordiamo che l’acclamatissimo evento è rientrato nel Guinness dei Primati per il più alto numero di spettatori paganti nella storia (225 mila). Chi ha avuto la fortuna di assistervi, ricorderà per sempre quella giornata come una delle più emozionanti della propria vita.

Modena Park arriva a Hollywood

Il film che racconta la giornata del grande concerto sbarcherà presto addirittura a Hollywood. Il festival ‘L.A., Italia – Film Fashion and Art Fest’ (25 febbraio, 3 marzo) proporrà il film-documentario di Pepsy Romanoff nella settimana dedicata agli Oscar a Los Angeles. È proprio nella città degli angeli che ora Vasco festeggia il suo compleanno, godendosi il meritato riposo.

Vascononstop live 2018

Ma Vasco Rossi non si ferma, e continua ad andare al massimo. La data zero del suo nuovo tour è stata annunciata mesi fa: il 27 Maggio allo stadio Teghil di Lignano Sabbiadoro (Udine). Seguiranno nove date a partire dal 1 Giugno in cinque città: Torino, Padova, Roma, Bari e Messina. Come sempre saranno migliaia i fan che lo seguiranno nelle diverse tappe, ma per molti di loro quest’anno c’è qualcosa di diverso. Dopo aver preso parte a un evento come Moderna Park, che per sempre rimarrà nella storia della musica, ed essersi sentiti un tutt’uno con Vasco ed altre 225 mila persone, come potrà un semplice concerto in uno stadio farci provare la stessa emozione?

Speriamo che, come sempre, il Komandante ci stupisca.

di Gina Uliveto

Related posts

Big Tino vola ai live di Strafactor, talent musicale di Sky: per lui tre sì e tanti complimenti

Antonio Pannella

“La forma della musica napoletana in Lis”: il musical in lingua dei segni presto a Caserta

Gina Uliveto

Alla scoperta di Acerbo e del suo primo singolo “A Te”

Antonio Pannella

Lascia commento