Attualità Politica

“Amministrazione de Magistris? Buoni solo a fare passerelle”

“Bagnoli Futura è fallita, l’ANM ha i libri contabili in tribunale, le strade di Napoli sono sporche e dissestate, nel nostro quartiere il sindaco ha per l’ennesima volta scippato i fondi per la ristrutturazione del Parco Falcone e Borsellino e ha cancellato tutti i finanziamenti per la costruzione di una scuola superiore….però ha cambiato nome a piazzale Tecchio…TALEBANI senza cultura e senza storia….buoni solo a fare passerelle”.

Questo il duro attacco riservato dal consigliere comunale Marco Nonno (recordman di preferenze in città) nei confronti dell’amministrazione cittadina targata Luigi de Magistris. Il motivo della disputa è alquanto semplice da capire: l’intenzione del primo cittadino di cambiare i nomi di due strade in particolare ossia Piazzale Tecchio e Corso Vittorio Emanuele III. La decisione, resa nota durante le cerimonie per la Giornata della Memoria, che riprende la stessa idea proposta dalla sindaca Raggi a Roma, non è stata certo gradita dal consigliere d’opposizione in quota Fratelli d’Italia, che ha così giudicato l’operato della maggioranza.

Il dibattito.

In realtà sono tanti i cittadini ad essersi espressi sulla questione, dividendosi  in due fazioni: i pro e i contro. C’è chi ritiene assolutamente giusta la scelta, in quanto Vincenzo Tecchio è stato un ex segretario fascista. Allo stesso modo l’ex Re è tra i firmatari delle legge razziali. Al contrario invece tanti cittadini hanno esplicitato il loro disappunto sui social per la proposta: “Io non capisco una cosa siamo pieni di problemi e la priorità del caro primo cittadino Luigi De Magistris è cambiare il nome delle strade. Questo è il suo primo interesse, invece di pensare strade rotte, sicurezza pubblica, lavoro scuole e tante altre cose, spreca risorse energie così siamo messi bene”.

Le richieste a de Magistris.

Diversi napoletani inoltre pur apprezzando la decisione coraggiosa di de Magistris, chiedono uno sforzo in più, promuovendo la stessa idea anche nei confronti di personaggi storici che hanno, secondo molti, razziato le ricchezze del Regno delle Due Sicilie, portandole nelle regione del nord Italia, ed in particolare in Piemonte. Tra questi in particolare Giuseppe Garibaldi e il Conte Cavour, a cui tutt’oggi sono intitolate due tra le più importanti piazze della città partenopea.

Related posts

“Scelte scellerate dell’Amministrazione Carpino”: Forza Italia all’attacco

Antonio Pannella

Associazione Rom: “Sgomberi ad Acerra illegittimi. Bimbi non possono andare più a scuola”

Antonio Pannella

“L’amministrazione Lettieri ci ha spinto sull’orlo del baratro”: domani serrata e marcia dei commercianti

Antonio Pannella

Lascia commento